buttonattivatiinformati

News dal Madagascar

Banner sito mensa 2 r280Josè ha un sogno...
avere il suo posto a tavola
alla mensa della scuola

Josè ha 4 anni e frequenta la scuola materna di Itaosy ad Antananarivo, capitale del Madagascar. Per molti mesi ha visto gli operai entrare ed uscire da un edificio che stavano costruendo proprio davanti alla finestra della sua classe. Ogni mattina prima di entrare a scuola guardava l'edificio e lo vedeva diventare sempre più grande.

Poi, un giorno, c'è stata una grande festa e e si sono spalancate le porte di un luogo incantato.

Una nuova mensa a scuola! 

Una gioia immensa per il piccolo Josè che, con l'idea di mangiare il suo pranzo in quel luogo, correva molto più allegramente a scuola la mattina.
Tuttavia mancavano i tavoli, i piatti e le posate, commentava la maestra, e finchè non fossero arrivati non si poteva andare nel luogo incantato.

Josè sta aspettando ancora di entrare nella mensa: per questa ragione ci siamo impegnati a fornire nel più breve tempo possibile tutto il necessario.

E il tuo aiuto, oggi, è ancora più importante! I cicloni di Gennaio hanno messo in ginocchio l’intera isola (più di 50 vittime e decine di migliaia di persone coinvolte) e alcune delle abitazioni in cui vivono i bambini di Itaosy sono state gravemente danneggiate. Inoltre, a causa delle inondazioni, gran parte dei raccolti sono andati perduti e la mensa rappresenta per molti bambini la possibilità di consumare almeno un pasto ogni giorno.

Come aiutare Josè?

Molto semplice: accedi alla piattaforma di UniCredit “Il Mio Dono” utilizzando il seguente link https://www.ilmiodono.it/it/iniziative/?id_iniziativa=6993 e scegli tu l’importo della donazione che preferisci!
 

Merenda in mensa!

Materiale ancora da acquistare per rendere funzionale la mensa per 400 bambini:

. 38,00 euro filtro acqua per 16 litri ne servono 10

30,00 euro posto a tavola completo piatto in melamina, bicchiere in plastica, tazza inox, cucchiaio e forchetta, sedia pieghevole e quota tavolo

. 19,00 euro pentola ne servono 10

. 8,00 euro utensili per la cucina piatti e posate da portata, coltelli e secchi per la cucina asciugamani e tovaglie

. 409,00 euro congelatore da 260 litri 

 

Grazie di cuore!


Se desideri donare per questo progetto: 

c/c postale 11 88 11 33 causale mensa Madagascar
c/c bancario IBAN IT 62 F 02008 01152 000101023478 
c/credito dona ora  

 

 


 


Ciclone Madagascar r

Gravi danni
alle abitazioni dei bambini
e alcune vittime
nella capitale Antananarivo

A gennaio il ciclone Ava si è abbattuto sull’isola del Madagascar provocando più di 50 vittime mentre decine di migliaia di persone sono state costrette ad abbandonare la propria abitazione.

Anche i bambini di Itaosy, sostenuti dai nostri donatori, sono stati colpiti dal ciclone che ha provocato maggiori disastri proprio nell’area della capitale e lungo la costa orientale.

 

Ci siamo immediatamente messi in contatto con Njacka, il nostro referente ad Antananarivo, il quale ci ha confermato che alcune delle abitazioni in cui vivono i bambini sono state gravemente danneggiate (es. tetti scoperchiati) e l’accesso alla scuola è stato complesso a causa delle inondazioni, ma, fortunatamente, non sono state registrate vittime tra le loro famiglie.


Dal 2012 sosteniamo in Madagascar la scuola Bienheureux François Palau nel distretto di Itaosy (Regione della capitale Antananarivo) e nel Novembre 2016 abbiamo inaugurato una mensa che garantisce ogni giorno ai 400 bambini della scuola un pasto nutriente e bilanciato.


Merenda in mensa!

Terminati i lavori di costruzione della mensa ora dobbiamo terminare l'equipaggiamento! 

Servono tavoli, sedie, piatti, bicchieri, posate, pentole...

Se desideri donare per questo progetto: 

c/c postale 11 88 11 33 causale Madagascar
c/c bancario IBAN IT 62 F 02008 01152 000101023478 
c/credito dona ora  

 

 


 


I bambini di Itaosy e Ifatzy inseriti nel programma di sostegno a distanza hanno ricevuto dei nuovi giochi dall'Italia, ecco il racconto di chi glieli ha portati e ha potuto vivere in prima persona la reazione di stupore e gioia per questa bellissima sorpresa! 

“Lezioni dal Madagascar: Il gioco è una cosa seria!"
di Alessia Ferro, Resp. Progettti East Africa

Partenza per il Madagascar, 3 settimane e 23 kg di bagagli: le magliette nel bagaglio a mano e 2 valige piene zeppe di giochi posizionati ad incastro nella speranza che ai controlli non chiedano di aprirle : sarebbe impossibile ripetere l’incastro perfetto.
Tutti i giochi sono destinati alle scuole di Tana e di Ifatsy dove sono attivi i programmi di SaD (Sostegno a Distanza) : canestri da basket, palloni e reti da calcio, palloni e reti da pallavolo, racchette da volano e molto altro in volo da Torino ad Antananarivo per vedere sorridere 152 bambini!
In taxi, mentre si raggiunge la scuola, si possono vedere centinaia di bambini per la strada intenti a giocare con palle improvvisate create da vecchi giornali accartocciati che alla prima pozzanghera- eh si, siamo in inverno! - si dissolvono.
Per consegnare i giochi sono state organizzate due feste con i bambini grazie alla Referente locale di NutriAid, Nadia, che ha poi provveduto a consegnare i giochi per tutti i bambini delle 2 scuole.

CONSEGNA GIOCHI SAD

A Tana, con Nadia abbiamo montato le reti da calcio in gran segreto, chiuse dentro l’ufficio della segreteria scolastica. Poi le abbiamo posizionate proprio all’uscita delle classi materne ed abbiamo aspettato che la suora chiamasse tutti i bimbi a raccolta.
Indescrivibile la gioia dei bambini quando, usciti dalle classi, hanno visto i palloni e le reti ed i canestri! Si sono lanciati tutti verso di noi sorridenti, ci hanno accerchiato ma con gran rispetto aspettavano quasi una sorta di autorizzazione ufficiale per poter toccare quei giocattoli nuovi. La tacita autorizzazione è arrivata quando Nadia ha lanciato per terra il primo pallone da calcio… ed allora via.. tutti a correre, ridere e saltare!

Stessa emozione a Ifatsy dove Nadia e le Suore che si occupano dei bambini per un’oretta si sono impegnate a turno a gonfiare tutti i palloni con la pompetta per poi dare il via alla festa ed alla consegna dei giochi!
Ma al di la dell’emozione che può scaturire dalla consegna dei giochi nel vedere quella gioia negli occhi dei bambini occorre fare una riflessione.
Avremmo potuto riempire le valige di mille altre cose, forse i giochi sono un elemento sciocco, quasi inutile?!
Se ti fermi ad osservare Meline giocare con il nuovo pallone da basket capisci che sta insegnando a te ed a se stessa: ricordarsi di sognare, guardar in alto e sfidare i propri limiti!

Il SaD prevede che si sostenga l’educazione del bambino in sostegno e giocare significa educare e formare! Infatti il gioco insegna il rispetto delle regole in primo luogo ma anche il rispetto dell’altro: far parte di un gruppo -o meglio di una squadra- insegna a relazionarsi con gli altri, ad instaurare rapporti di complicità e cooperazione, sempre nel rispetto delle regole.
Gli sport di squadra sono importanti soprattutto per i bambini più timidi e introversi, che hanno più bisogno di imparare a gestire i rapporti interpersonali e questo è fondamentale per i bambini in SaD che hanno alle spalle situazioni familiari molto difficili.
L'esperienza del gioco insegna al bambino ad essere perseverante e ad avere fiducia nelle proprie capacità ed è questo uno degli obiettivi del SaD! Far si che il bambino perseveri e creda di potersi costruire ed avere un futuro migliore!








sanvale newsQuest'anno la sorpresa sarà una NUOVA MENSA!

Per PASQUA regala un posto a tavola per un bambino del Madagascar! 

Riceverai in cambio tutta la sua e la nostra gratitudine!

Con 25euro garantisci piatto, bicchiere, posate, tavolo e sedia
Con 100euro oltre a questo contribuisci a ultimare la mensa di Itaosy

DONA ORA!

fagioli-NEWSFagioli, malnutrizione e assenteismo scolastico.. cos’hanno in comune?

Tra le spese previste nel progetto Madagascar, c'è una voce per l'acquisto di fagioli, alimento da somministrare ai bambini della scuola di Itaosy. Ecco perché: NutriAid cerca di operare sempre nel rispetto delle politiche nazionali e di incrementare i progetti che già funzionano!

La malnutrizione è una delle priorità nazionali del paese e, proprio per questo,vengono sperimentate e portate avanti diverse politiche sociali. Fino al 2009 furono realizzati dal governo alcuni programmi di lotta alla malnutrizione all’interno delle scuole ma, a seguito della crisi politica che colpì il paese, questi programmi vennero abbandonati. Dato che la malnutrizione è comunque rimasta una delle priorità nazionali, il Madagascar tra Marzo e Luglio 2013 ha ripreso un programma di school feeding sperimentale, coordinato dall’ONN (Ufficio Nazionale per la Nutrizione) nelle scuole primarie di Antananarivo, basato sulla fornitura di un pasto principalmente a base di fagioli rossi, una varietà tipica di questo continente, per i bambini frequentanti le scuole primarie pubbliche.

container mada_250Una raccolta di materiali sanitari e tanti giochi per i bambini di Ifatzy!

 

35 scatole di varie dimensioni
3 metri cubi di spazio a disposizione 

 

35 scatole di varie dimensioni
3 metri cubi di spazio a disposizione 

Garze, siringhe, medicinali ma anche giochi per il recupero psico-motorio dei bambini malnutriti, kit per la produzione di sapone, indumenti da 0 a 5 anni, ma anche videocassette di cartoni animati e palloni!

La rete di raccolta e solidarietà ha coinvolto moltissime persone che con generosità hanno donato i materiali.

Grazie alla collaborazione con il MAGIS e con Padre Cento, NutriAid ha potuto partecipare all'invio del container atteso in Madagascar dopo l'estate! 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo