buttonattivatiinformati

News dal Madagascar

fagioli-NEWSFagioli, malnutrizione e assenteismo scolastico.. cos’hanno in comune?

Tra le spese previste nel progetto Madagascar, c'è una voce per l'acquisto di fagioli, alimento da somministrare ai bambini della scuola di Itaosy. Ecco perché: NutriAid cerca di operare sempre nel rispetto delle politiche nazionali e di incrementare i progetti che già funzionano!

La malnutrizione è una delle priorità nazionali del paese e, proprio per questo,vengono sperimentate e portate avanti diverse politiche sociali. Fino al 2009 furono realizzati dal governo alcuni programmi di lotta alla malnutrizione all’interno delle scuole ma, a seguito della crisi politica che colpì il paese, questi programmi vennero abbandonati. Dato che la malnutrizione è comunque rimasta una delle priorità nazionali, il Madagascar tra Marzo e Luglio 2013 ha ripreso un programma di school feeding sperimentale, coordinato dall’ONN (Ufficio Nazionale per la Nutrizione) nelle scuole primarie di Antananarivo, basato sulla fornitura di un pasto principalmente a base di fagioli rossi, una varietà tipica di questo continente, per i bambini frequentanti le scuole primarie pubbliche.



Perché però usare proprio i fagioli?

Per questo progetto pilota l’ONN ha deciso di usare una farina fatta con una speciale varietà di fagioli rossi chiamata CAL98 nota per il suo alto contenuto proteico e contenente zinco e ferro. Il progetto pilota prevedeva la somministrazione 3 volte alla settimana di una crema prodotta a livello locale, composta da 40% di farina di fagioli, 28% farina di maizena , 17% farina di soia e 15% di zucchero con l’aggiunta di vitamine e micronutrienti.

Inoltre utilizzando questi prodotti locali s’insegnava ai bambini l’importanza di tutelare le biodiversità del Madagascar ma soprattutto si sostenevano le cooperative e le aziende agricole locali, in cui molto spesso trovano lavoro i genitori degli stessi bambini beneficiari del programma sperimentale.

Cosa c’entra l’abbandono scolastico con i fagioli?
Come ha dichiarato Dody Rasoahoby, Direttore del Sistema d’Istruzione della Regione di Analamanga: “Gli standard di vita in Madagascar sono molto bassi e i bambini vanno a scuola senza aver fatto colazione. Le mense scolastiche ci aiutano molto ad incentivare i bambini a venire a scuola”. Alla fine dei 5 mesi i risultati mostrarono un rapido aumento di peso dei bambini ed una significante diminuzione del tasso di abbandono scolastico: da circa 10 giorni al mese a giusto 2 giorni al mese di assenza. Questo meccanismo è di facile comprensione infatti è comprensibile che se i genitori vedono la salute dei figli migliorare di giorno in giorno siano maggiormente invogliati a mandare i figli a scuola.

In che modo si collega il progetto di NutriAid con il progetto sperimentale dell’ONN?
NutriAid, attiva in Madagascar dal 2008 è attenta a ciò che accade nel paese e, vedendo gli ottimi risultati ottenuti dal progetto ha deciso di realizzare questo progetto nella scuola Bienheureux François Palau di Itaosy.
Naturalmente il progetto dell’ONN era un progetto sperimentale dunque NutriAid ha implementato l’idea iniziale fornendo 3 pasti al giorno ai bambini (colazione, pranzo e merenda) ed integrando la dieta dei bambini con altri alimenti oltre ai fagioli.

 

 

 

 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo