In vacanza con i bambini!

Questa email contiene delle immagini, se non le vedi, puoi leggerla nel tuo browser.
Inviare-amico Inoltra ad un amico
nutriaid
DSC 8136_r
Newsletter n° 7 del 4/08/2016

 

P5260276 rIn vacanza con i bambini!

Finalmente in vacanza! Noi abbiamo scelto, anche in questo periodo, di stare al fianco dei bambini. Perchè per centinaia di migliaia di loro ogni giorno è uguale al precedente. 

L'orrore delle bombe, la mancanza del cibo, l'impossibilità di andare a scuola, la paura di morire per un semplice morbillo.

Noi ci siamo!

E augurandovi di cuore buone vacanze confidiamo di rincontrarvi a settembre per realizzare insieme tante attività e iniziative per i bambini!

 Settimana per l'Allattamento al seno

In alcune parti del mondo, si celebra in questo periodo la World Breastfeeding Week (WBW), la Settimana per l’allattamento al seno e la promozione di uno sviluppo sostenibile (in Italia si celebrerà la settimana dal 1 al 7 Ottobre) per raccomandare l’allattamento esclusivo e naturale al seno dalla prima ora di vita fino almeno al sesto mese.

Allattamento rInfatti «se tutti i bambini ricevessero soltanto latte materno dal momento della nascita fino al sesto mese di vita, ogni anno si salverebbero oltre 800.000 vite» così afferma France Bégin, UNICEF Senior Adviser per la nutrizione infantile.

Proprio per questo uno dei Pilastri su cui si basa la Campagna #1000GIORNIZEROFAME di NutriAid è relativo alla promozione dell’allattamento esclusivo al seno per i primi 6 mesi di vita del bambino e l’allattamento integrato per i bambini da 6 a 24 mesi.

A questo si affianca una particolare attenzione per lo stato nutrizionale delle neo-mamme affinché riescano a produrre latte sufficientemente nutriente per i propri figli.

Secondo quanto dichiarato da OMS ed UNICEF circa 77 milioni di neonati all'anno nel mondo (uno su due) non vengono allattati al seno nella prima ora di vita, non ricevendo così elementi nutritivi essenziali, anticorpi e il contatto con il corpo della madre che li protegge da malattie e morte. A livello globale, solo il 43% dei bambini sotto i 6 mesi viene allattato esclusivamente al seno. Con l'allattamento al seno una madre trasmette al bambino i propri anticorpi che proteggono il bambino contro le malattie e lo aiutano a sviluppare il sistema immunitario.

 L’Unicef ha dichiarato che il tasso di allattamento al seno entro un'ora dal parto è cresciuto molto lentamente negli ultimi 15 anni. In Africa orientale è aumentato solo del 10% dal 2000 a oggi, mentre è rimasto invariato in Africa centrale e occidentale.

Occorre dunque fornire un aiuto alle donne che necessitano di iniziare ad allattare al seno subito dopo il parto, anche quando sono seguite da un medico, da un'infermiera o un'ostetrica.


Sostieni ora la campagna #1000GIORNIZEROFAME

Salviamo 60.000 bambini e 30.000 mamme


 1000giorni0fame r dona ora


Robertin è a scuola! Guarda il video

Nell’anno scolastico 2015-2016 il programma di Sostegno a Distanza di NutriAid ha permesso a 160 bambini di frequentare l’Ecole Bieheureux Francois Palau di Antananarivo e la Scuola della Missione di Ifatsy. L’anno scolastico si è da poco concluso e, in attesa del nuovo inizio, possiamo fare un piccolo bilancio degli ultimi mesi.

I bambini in Sostegno hanno avuto accesso ad un'istruzione di qualità e, nonostante qualche tabellina che non si riesce a ricordare o qualche pagina di scienze più difficile del solito, sono tutti contenti di avere degli insegnanti disponibili e capaci.

Le ore di lezione più divertenti sono sempre quelle di ginnastica e di canto, ma il momento più bello è indubbiamente la colazione!


Sad new lug r
Intorno alle 10 tutti i bambini vengono riuniti e si distribuisce il primo pasto della giornata (latte e manioca, yogurt, budini, ecc.), che la scuola fornisce insieme ad uno snack e al pranzo. Tre pasti che sono garantiti e che risultano indispensabili per crescere in salute e avere le energie per affrontare una giornata tra i banchi di scuola.

Le attività durante l’anno, poi, non mancano: nel periodo natalizio le suore e gli insegnanti dedicano parte delle lezioni alla preparazione della tradizionale recita di Natale, dove i bambini hanno la possibilità di stare in gruppo e creare delle simpatiche scenette da proporre orgogliosamente ai genitori a fine lavoro.

Senza dimenticare le gite, ad esempio quella di quest’anno in un parco giochi, e il servizio di scuola estiva che permette ad alcuni bambini di frequentare il Centro e usufruire dei pasti gironalieri fino alla riapertura.

Per il prossimo anno scolastico però, vogliamo fare di più: Robertin, Lalanirina, Brunelle, Ravasoa e Julien vorrebbero andare a scuola ma le loro famiglie non possono sostenere i costi per l'acquisto della divisa e dei libri!

E come loro ci sono altri 200 bambini!!! 

Ad ottobre inizia un nuovo anno scolastico!

Aiuta un bambino come Robertin ad andare a scuola!

ATTIVA ORA UN SOSTEGNO A DISTANZA

Per info scrivi a Gessica Guttà sad@nutriaid.org oppure telefona al n. 0114390017


Jacopo e Paola medici in prima linea nelle isole greche Leros e Chios per il Progetto profughi  

Jacopo e Paola sono sue medici in missione nelle isole greche dove si sono recati presso il nostro partner locale Waha per prestare servizio sanitario alle migliaia di profughi richiedenti asilo che al momento non possono proseguire il loro viaggio verso la destinazione finale.

Jacopo racconta così le sue impressioni:

Profughi r

"Sono passate solo due settimane qui a Chios, ma mi sembra quasi un anno. Il lavoro sicuramente non manca; ogni sasso, granello di sabbia, pezzo di terra calpestato qui trasuda umanità.

Le persone arrivate in cerca di futuro vengono collocate in semi-prigioni per mesi, in attesa di un papello che li lasci volare via verso Atene, la loro terra promessa, ma in realtà solamente un altro luogo di detenzione a tempo indeterminato.

Tra bimbi di ogni età con la capacità ormai di parlare quasi tutte le lingue e nonne che dimostrano 80 anni, pur avendone solamente 50, il segreto sta nel cercare nei loro occhi la speranza di una vita migliore, cosa che almeno per ora, la nostra cara Europa sembra non dare".

 

I bimbi profughi hanno bisogno di assistenza medica!

Non facciamo mancare il nostro sostegno!

c/c postale 11 88 11 33

c/c bancario IBAN IT 62 F 02008 01152 000101023478

CAUSALE " donazione progetto profughi"

 

Contattaci: Tel. 011.4390017 Fax. 011.4368492 | Email. info@nutriaid.org
www.nutriaid.org
Non vuoi più ricevere nostre comunicazioni?

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo