buttonattivatiinformati

 foto-faq


1. Che tipo di organizzazione è NutriAid?

NutriAid è un’organizzazione medico-umanitaria internazionale, apartitica, aconfessionale e indipendente, senza scopo di lucro. La sua finalità consiste nella lotta contro la malnutrizione infantile, che si attua in ogni Paese in cui si manifestano situazioni di grave bisogno o stati di emergenza e nella promozione d’iniziative di sostegno allo sviluppo delle popolazioni, finalizzate alla riduzione della povertà ed al miglioramento delle condizioni di vita.

2. Perché sostegno e non adozione a distanza?

Per noi il Sostegno a Distanza non è un semplice gesto di aiuto nei confronti dei bambini che si trovano in condizioni di estremo disagio, ma uno strumento in grado di incentivare la conoscenza di un Paese, della sua cultura, delle sue tradizioni e delle sue necessità. L’utilizzo del termine "sostegno" vuole indicare che la relazione tra sostenitore e beneficiario è finalizzata allo sviluppo delle potenzialità del bambino e non è basata sulla dipendenza.
La modalità di relazione è rispettosa del bambino e attenta alle sue esigenze.
Chiederti di sostenere un bambino è molto di più che sollecitare un contributo.

3. Qual è la quota mensile da versare?

Esistono 3 tipologie di sostegno:

con 25 euro al mese (sostegno BASE) siamo in grado di garantire l’assistenza medico-farmacologica, nutrizionale e psicologica del bambino, l’iscrizione e il kit scolastico composto da quaderni, libri penne, divisa, scarpe…, e un pasto al giorno -normalmente alla mensa scolastica. Naturalmente i servizi e il materiale fornito varia da paese a paese a seconda delle esigenze e della struttura locale.

con 27 euro al mese (sostegno GIO) possiamo acquistare giocattoli o allestire la sala giochi ove previsto per tutti i bambini della comunità. Nel Protocollo di Riabilitazione Nutrizionale è prevista un’attività di recupero psicomotorio del bambino. Infatti il bambino malnutrito presenta spesso un ritardo dello sviluppo psicomotorio; le cause che lo hanno portato a tale condizione unite al malessere generale, alla mancanza di energie e ad eventuali malattie associate, possono contribuire ad una scarsa reattività. E’ stato provato che il bambino che gioca e che viene stimolato guarisce prima. I risultati nella maggior parte dei casi sono eccellenti, così da poter considerare la stimolazione psico-motoria, parte integrante della terapia.

con 30 euro al mese (sostegno EMERGENZA) siamo in grado di affrontare le emergenze. E’ quello che normalmente viene consigliato. Spesso questi paesi sono afflitti da catastrofi naturali improvvise –cicloni, uragani, infestazioni da cavallette che compromettono i raccolti - o da conflitti dovuti all’instabilità politica –rivolte, guerriglia, elezioni- che mettono in fuga intere popolazioni con mancanza di cibo e acqua. Questi fondi ci permettono di avere una riserva sempre pronta per i bambini per affrontare queste circostanze.

4. Con che cadenza si effettuano i versamenti?

Il contributo della quota potrà essere effettuato tramite versamento

  • mensile
  • trimestrale
  • semestrale
  • annuale

5. Come si effettuano i versamenti?

Il contributo relativo al Sostegno a distanza può essere versato tramite:


- bollettino postale
c/c postale 11881133 intestato a NutriAid onlus


- bonifico bancario
c/c bancario Unicredit IBAN IT 62 F 02008 01152 000101023478

- carta di credito tramite il sito www.nutriaid.org

- domiciliazione bancaria RID : per attivare la procedura è necessario richiedere il modulo da compilare al n° 011 4390017 - consigliato!

Per questioni organizzative consigliamo vivamente il pagamento tramite domiciliazione bancaria o postale permanente, previa comunicazione alla nostra sede.

6. Esistono agevolazioni fiscali?

Le quote corrisposte si possono detrarre (per le persone fisiche) e dedurre (per le imprese), in quanto NutriAid è una Onlus iscritta al Registro delle Associazioni del Comune di Torino con atto n.9810793/01 del 17/12/98. In tal caso l’intestatario del pagamento deve essere la stessa persona che effettua il sostegno. Le chiediamo di impegnarsi a corrispondere con regolarità le quote dovute: in caso di difficoltà la preghiamo di contattare al più presto la nostra sede.

7. Quanto dura questo impegno?

Ai fini del successo del progetto e di una continuità che permetta di programmare le attività, il periodo di sostegno consigliato è di almeno 3 anni. Tuttavia la decisione di sostenere un bambino a distanza è un impegno unicamente morale e come tale non vincolante; se il sostenitore non avrà più la possibilità o l’intenzione di portare avanti l’impegno, potrà rinunciare in qualunque momento (speriamo però possa mantenere il suo sostegno a favore di questi bambini). In questo caso dovrà comunicare la sua decisione alla nostra sede con un preavviso minimo di tre mesi, in modo da permetterci di trovare un nuovo sostenitore per quel bambino.

8. L’innovazione tecnologica di NutriAid per il sostegno a distanza

Dal 2006 in Rwanda, poi in Senegal e ora anche in Madagascar è attivo il Multimedia Communication Center (MCC), una piattaforma informatica che consente un continuo scambio di informazioni tra sostenitori e i bambini beneficiari con le loro famiglie. Il MCC è parte integrante del progetto SAD e ne costituisce lo strumento più importante ed efficace.

9. Quali notizie avrò sul bambino che sostengo?

Grazie alla piattaforma informatica sul sito internet  www.nutriaid.org abbiamo attivato un’AREA SOSTENITORI MyNutriAid appositamente dedicata al Sostegno a Distanza.

In questa area ogni sostenitore può leggere gli aggiornamenti relativi al bambino in sostegno, visionare filmati e fotografie. Il sostenitore all’atto di attivazione del sostegno riceverà un nome utente e una password che dovrà inserire ogni volta che vorrà avere notizie del bambino e dei suoi progressi. Il donatore (che deve obbligatoriamente aver fornito il suo indirizzo e mail al momento dell’attivazione poiché le comunicazioni successive avverranno via e mail) potrà scrivere al suo bambino e allegare foto e immagini.
Il team di NutriAid nei Paesi si preoccuperà di tradurre le comunicazioni e recapitarle al bambino.

Per quanto in alcuni paesi permangano alcune difficoltà di connessione a causa dell’area di intervento piuttosto isolata, NutriAid si impegna, anche in caso di difficoltà logistiche dovute a eventi esterni all’organizzazione, a fornire notizie del bambino almeno due volte all’anno.

10. Posso scrivere al bambino?

Sì. NutriAid ritiene che sia molto importante stabilire un contatto diretto “persona a persona”, in modo tale che non solo il sostenitore conosca il bambino che beneficia del suo aiuto, ma anche che il piccolo sia a conoscenza della presenza “reale” di qualcuno che provvede a lui. E' possibile quindi inviare delle cartoline illustrate, foto o lettere possibilmente scritte in francese o in inglese. E' importante che i messaggi siano semplici anche nei concetti. Per praticità le lettere vanno inviate alla sede di Torino, che provvederà a inoltrarle al personale in loco, che a sua volta si occuperà della distribuzione e dell’eventuale traduzione nella lingua locale.
Si consiglia l’utilizzo dell’apposito form dedicato alle comunicazioni sostenitore-bambino nell’area riservata al tuo sostegno a distanza sul sito internet.

11. Posso inviare regali al bambino?

E’ nostra convinzione ed esperienza che la consegna di un regalo ad un singolo bambino crei discriminazione e invidia. Per questo motivo abbiamo istituito il sostegno GIO proprio per poter avere fondi a disposizione per acquistare regali per tutti i bambini. quindi chiediamo ai sostenitori, nel caso volessero inviare un dono al proprio bambino magari in occasione del compleanno o di Natale, Pasqua … di prevedere un piccola cifra aggiuntiva per permetterci di acquistare anche un dono condivisibile con gli altri bambini –ad es. la palla o la corda per saltare…-

12. Potrò andare a trovare il bambino che sostengo?

Sì certo. Periodicamente vengono organizzati viaggi di conoscenza dei bambini. Se si desidera partecipare ad una di queste missioni è utile segnalarlo al Team Sad in modo da essere informati appena si crea l’opportunità.

13. Come viene tutelata la privacy dei bambini?

NutriAid è molto sensibile alla salvaguardia della tutela dei bambini seguiti. Per tale motivo per ogni bambino vengono visualizzate dal sostenitore solo alcune informazioni, in modo da proteggere al massimo il bambino e affinché i suoi dati non vengano utilizzati per un uso diverso da quello previsto dal sostegno.
La relazione tra sostenitore e bambino è reale e controllabile in ogni momento ma è indiretta, mediata dai responsabili del progetto sul terreno che meglio conoscono le realtà locali e quindi ciò di cui i bambini hanno bisogno.

14. Cosa succede se il bambino si trasferisce?

A volte succede che il bambino si trasferisca con la sua famiglia in un'altra regione o area del Paese e non possa più essere seguito dal Team del progetto di NutriAid.
In questo caso sarà nostra cura comunicarlo immediatamente e proporremo al donatore di portare avanti il suo impegno sostenendo un altro bambino.

 

 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo